La foresta brucia dietro la città fantasma di Pripyat, zona di esclusione di Chernobyl, 2015.
Palazzo Tadea, Spilimbergo
11 maggio -30 giugno 2024

Orari:
dal mercoledì al venerdì 15.00-19.00
sabato e domenica: 10.30-12.30 /15.00 - 19.00

Una testimonianza unica del più grande disastro tecnologico dell'era moderna, ma anche una raccolta di storie di umanità e di amore eterno per una terra persa per sempre.
Palazzo Tadea, Spilimbergo
 
La foresta brucia dietro la città fantasma di Pripyat, zona di esclusione di Chernobyl, 2015.
Maria Semenyuk nella sua casa nel villaggio semi abbandonato e contaminato di Paryshev.
Yuriy durante la sabbiatura dei metalli radioattivi. Zona di esclusione di Chernobyl, 2015.
Una volpe vaga per le strade della città fantasma Pripyat, zona di esclusione di Chernobyl, 2015.
Questi segnali vengono installati per indicare i luoghi più contaminati e pericolosi nella zona di Pripyat.
Fulvio Merlak, Colori, 1984

catalogo

biblioteca

Fox Talbot, The Reading Establishment, 1846

catalogo

fototeca