Joel Meyerowitz. Prendendomi tempo
2018,
Joel taking my time
Joel Meyerowitz. Prendendomi tempo
a cura di Arianna Rinaldo
Chiesa di San Lorenzo, San Vito al Tagliamento, 7 luglio – 2 settembre

E' una retrospettiva dedicata al lavoro del grande fotografo americano Joel Meyerowitz. Dai tempi degli esordi a New York negli anni ’60, alla produzione più recente. Un corpo di lavoro eterogeneo che ha come nucleo centrale il concetto di “movimento”, inteso come quell’istante effimero, gioioso, tragico, o insignificante che cattura l’occhio del fotografo e diventa il cuore di ogni suo scatto.

"Il movimento è tutto per me, è la Vita stessa, traccia il momento che scompare , e , insieme al Tempo, è l’essenza dell’esperienza fotografica. Più di ogni altra cosa è la ragione per cui ho cominciato a fotografare 50 anni fa, poco tempo dopo aver osservato Robert Frank scattare un piccolo lavoro di pubblicità per me. Quello che mi colpì profondamente fu la magia del semplice fatto che “si muoveva” mentre scattava fotografie a persone anche loro in movimento! E questo mi bastò! Lasciai il mio lavoro, presi in prestito una macchina fotografica, uscii fuori per le strade di New York, e da allora non mi sono mai più guardato indietro. (Joel Meyerowitz)".

La retrospettiva comprende immagini, scattate tra il 1962 e il 2011, in bianco e nero e a colori e il reportage realizzato presso le rovine di Ground Zero in seguito all’11 Settembre 2001.
Richiedi maggiori informazioni
 
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per conoscere tutte le novità e gli eventi del CRAF
 
 
 
Banca di Cividale SCPA
Friulovest
 
Sprea Fotografia